Notion for iPad

Notion

Notion for iPad

Come promesso, ecco la mia impressione su questo per me nuovo software per la notazione musicale.

Al momento sembra essere l’unico software del genere di alto livello per iPad, quindi merita il piccolo impegno economico.

Nel corso del 2015 l’applicazione ha subito degli aggiornamenti che per certi versi mi hanno dato problemi, comunque per scrivere musica quando si è in giro è decisamente più comodo di altri software per computer fissi o laptop. La comodità deriva principalmente dalla presenza di modalità di immissione delle note direttamente con l’uso di tastiere virtuali sullo schermo, perfette per un sistema sensibile al tocco come il tablet.

I software analoghi per computer desktop o laptop di solito consentono la connessione di strumenti MIDI esterni (solitamente tastiere) per facilitare l’immissione delle note, che con la tastiera o i sistemi di puntamento del computer non sono così intuitive e comode per un musicista. Notion per iPad consente di sfruttare al massimo le caratteristiche “touch” dei dispositivi, permettendo di immettere le note suonando con le dita una tastiera virtuale per pianoforte, chitarra, batteria elettronica, a seconda dello strumento che si sta immettendo; come si vede in figura, questo consente, per chi lo desidera, di scrivere direttamente anche le intavolature degli strumenti che le prevedono.

Se la qualità della notazione non è elegante o raffinata e configurabile come quella di Lilypond o di altri software per dispositivi meno “mobile”, comunque è più che sufficiente per un uso quotidiano e per le bozze. Notevole è, ai fini della comunicazione con altri musicisti, la possibilità di esportare o di visualizzare durante l’esecuzione le singole parti.

La qualità degli strumenti virtuali (la maggior parte dei quali a pagamento come acquisti in-app) è molto buona, e altrettanto bella è la possibilità di esecuzione di particolari tecniche strumentali (come ad esempio il pizzicato per gli strumenti ad arco) differenti per ogni singolo strumento.

Purtroppo il punto dolente è, come spesso succede, nella comunicazione con gli altri software (che peraltro Apple non incoraggia). Notion può esportare i lavori sia in formato music-xml, per la rielaborazione delle partiture, sia in formato MIDI, per il riutilizzo in un DAW o l’esecuzione con altri strumenti, sia in formati audio WAV/AAC. L’esportazione MIDI però, nella versione attuale, non esporta correttamente gli strumenti (un bug che ho segnalato e che spero sia risolto al più presto), e comunque non consente ancora la differenziazione delle varianti tecniche degli strumenti in diverse tracce MIDI, oltre ad altre limitazioni che, comunque, sono largamente comuni a moltissimi software di notazione musicale: d’altra parte il loro lavoro principale è la notazione, non la produzione finale della musica.

Nel complesso, una bella, completa e, soprattutto, comodissima applicazione per scrivere musica ed abbozzarne anche la parte di produzione quando si è in giro.

Annunci